21 suggerimenti: #9 L’importanza delle conoscenze biologiche

psicoterapie brevi libroUn ulteriore merito di Hoyt è quello di essere un terapeuta eclettico e dalle ampie prospettive.

Sebbene in Psicoterapie Brevi li accenni (volutamente) appena, ci sono dei passaggi in cui ricorda ai terapeuti di tenere ampiamente in considerazione gli aspetti “biologici” della persona.

Ad esempio, parlando dei farmaci, ricorda che:

“le cure cardiologiche e per la pressione sanguigna sono causa di depressione in una significativa parte di pazienti”

o che:

“le cure psichiatriche […] possono essere utili per migliorare l’umore e i processi di pensiero […] Tuttavia [non va dimenticato che] molti comuni antidepressivi possono causare effetti collaterali sull’attività sessuale”.

Uno psicoterapeuta che intende ottenere risultati in tempi brevi deve avere delle buone conoscenze di come funziona l’uomo anche da un punto di vista medico e biologico, o rischia di capire perché in certe situazioni non riesce a ottenere progressi.

 

Flavio Cannistrà
Psicologo, Psicoterapeuta
Direttore della collana Brief Therapies

PRE-ACQUISTA ORA “PSICOTERAPIE BREVI”

AVRAI DIRITTO A UN PREZZO SCONTATO E APPENA USCITO LO RICEVERAI DIRETTAMENTE A CASA TUA!

PRE-ACQUISTALO SUBITO: CLICCA QUI.

(entro il 30/11/2016 seleziona l’opzione “Ritiro diretto presso la casa editrice”: appena pronto il libro ti verrà spedito gratuitamente all’indirizzo che indicherai)

21 suggerimenti: #8 Prescrivere compiti al paziente

psicoterapie brevi libroQuanto è importante dare dei compiti al cliente?

Fin dalla cosiddetta Scuola Ungherese di psicoanalisi (in particolare con Ferenczi e Rank) e dalla Scuola di Chicago (in particolare con Alexander – peraltro ungherese anche lui), e poi via via con i successivi approcci psicoterapeutici, si è visto che “far fare esperienza” al paziente è fondamentale.

Nella quasi totalità degli approcci di terapia breve il terapeuta suggerisce al paziente, in modo più diretto o indiretto, di fare determinate esperienze concrete, consapevole che ciò accelererà e migliorerà il processo di cambiamento.

Mi permetto di aggiungere che persino Freud sostenne che è consigliabile che i pazienti “durante il trattamento rimangano nelle condizioni che li obbligano ad affrontare i loro problemi via via che si presentano” (Introduzione alla psicoanalisi, 1915-1917, tr. it. p. 414).

D’altronde, se vedi il paziente un’ora a settimana, gli rimarranno altre 167 ore da vivere fuori dal tuo studio!

In Psicoterapie brevi Hoyt torna più volte sull’argomento, sostenendo che:

“La comprensione porta alla spiegazione: l’esperienza porta al cambiamento”.

 

Flavio Cannistrà
Psicologo, Psicoterapeuta
Direttore della collana Brief Therapies

PRE-ACQUISTA ORA “PSICOTERAPIE BREVI”

AVRAI DIRITTO A UN PREZZO SCONTATO E APPENA USCITO LO RICEVERAI DIRETTAMENTE A CASA TUA!

PRE-ACQUISTALO SUBITO: CLICCA QUI.

(entro il 30/11/2016 seleziona l’opzione “Ritiro diretto presso la casa editrice”: appena pronto il libro ti verrà spedito gratuitamente all’indirizzo che indicherai)

21 suggerimenti: #6 Cliente o paziente?

psicoterapie brevi libroIn molti testi si ritrova la questione se parlare di “clienti” o “pazienti” (o “persone”, o “utenti”, o…).

Anche in Italia il tema viene affrontato, ma nei paesi anglosassoni e in special modo negli Stati Uniti la questione è molto sentita. D’altronde, le implicazioni connesse all’uso di uno o dell’altro termine sono importanti e in special modo gli psicologi dovrebbero sapere il peso che possono avere.

In Psicoterapie brevi Hoyt evita di approfondire l’argomento, ma fa una breve considerazione per poi ricordare un punto importante:

“Qualunque termine si usi, è importante aver ben presenti quali siano le sue implicazioni rispetto ai ruoli di chi è coinvolto, a chi ha il potere, e ai sottostanti meccanismi di cambiamento attesi.”

 

Flavio Cannistrà
Psicologo, Psicoterapeuta
Direttore della collana Brief Therapies

PRE-ACQUISTA ORA “PSICOTERAPIE BREVI”

AVRAI DIRITTO A UN PREZZO SCONTATO E APPENA USCITO LO RICEVERAI DIRETTAMENTE A CASA TUA!

PRE-ACQUISTALO SUBITO: CLICCA QUI.

(entro il 30/11/2016 seleziona l’opzione “Ritiro diretto presso la casa editrice”: appena pronto il libro ti verrà spedito gratuitamente all’indirizzo che indicherai)

21 suggerimenti: #5 Comunicazione logica e analogica

psicoterapie brevi libroL’importanza della comunicazione da utilizzare con ogni paziente è nota a tutti i terapeuti. Ancor di più a chi pratica le terapie brevi.

La domanda è: qual è la comunicazione giusta?

Ovviamente non ne esiste una sola, anzi, potremmo dire che ne esiste una diversa per ogni paziente. Ma è pur vero che esistono alcune linee guida che si rivelano utili schemi da seguire – ma anche da sapere quando infrangere.

Con questo semplicissimo aneddoto, in Psicoterapie brevi Hoyt spiega una regola base che aiuta a capire il tipo di comunicazione da utilizzare con diversi clienti:

“Durante una sessione di supervisione per il pre-dottorato, nel 1974, Leigh Roberts mi disse: ‘Se rimangono sui fatti, punta alle sensazioni; se rimangono sulle sensazioni, punta ai fatti’. Lo trovo ancora utile.”

 

Flavio Cannistrà
Psicologo, Psicoterapeuta
Direttore della collana Brief Therapies

PRE-ACQUISTA ORA “PSICOTERAPIE BREVI”

AVRAI DIRITTO A UN PREZZO SCONTATO E APPENA USCITO LO RICEVERAI DIRETTAMENTE A CASA TUA!

PRE-ACQUISTALO SUBITO: CLICCA QUI.

(entro il 30/11/2016 seleziona l’opzione “Ritiro diretto presso la casa editrice”: appena pronto il libro ti verrà spedito gratuitamente all’indirizzo che indicherai)

21 suggerimenti: #4 Punta alla motivazione

psicoterapie brevi libroOvviamente senza una forte motivazione al cambiamento il cambiamento stesso non è possibile.

Oltre a citare una serie di autori che aiutano il lettore a comprendere come aumentare la motivazione dei clienti difficili, in Psicoterapie brevi Hoyt suggerisce anche di approfondire domande come queste:

  • Qual è il problema?
  • È un problema per te?
  • Vuoi lavorarci?
  • Quanto duramente intendi lavorarci?

In un passaggio, Hoyt sintentizza questo punto con una frase breve e chiara:

“Rendi esplicita e coltiva la motivazione del cliente.”

 

Flavio Cannistrà
Psicologo, Psicoterapeuta
Direttore della collana Brief Therapies

PRE-ACQUISTA ORA “PSICOTERAPIE BREVI”

AVRAI DIRITTO A UN PREZZO SCONTATO E APPENA USCITO LO RICEVERAI DIRETTAMENTE A CASA TUA!

PRE-ACQUISTALO SUBITO: CLICCA QUI.

(entro il 30/11/2016 seleziona l’opzione “Ritiro diretto presso la casa editrice”: appena pronto il libro ti verrà spedito gratuitamente all’indirizzo che indicherai)

21 suggerimenti: #3 Mantieni il focus

psicoterapie brevi libroAvere un focus definito è uno dei presupposti base di tutte le terapie brevi.

Avendo letto diversi testi di terapia breve, posso confermare che in il fatto di avere un obiettivo preciso, da mantenere lungo tutto l’arco della terapia e durante ogni seduta, è effettivamente un filo rosso che collega approcci differenti.

Hoyt insiste molto su questo passaggio lungo tutto Psicoterapie brevi, sottolineando l’importanza di non lasciarsi “portare a spasso”: sebbene la persona abbia molte cose diverse da raccontare, mantenerla su una strada principale è essenziale per raggiungere velocemente il risultato.

Hoyt sintetizza il punto in questo modo:

“Mantieni un obiettivo chiaro durante le sedute e lungo tutto il trattamento.
Se affronti il problema a tutto tondo, non stai puntando in alcuna direzione”.

 

Flavio Cannistrà
Psicologo, Psicoterapeuta
Direttore della collana Brief Therapies

PRE-ACQUISTA ORA “PSICOTERAPIE BREVI”

AVRAI DIRITTO A UN PREZZO SCONTATO E APPENA USCITO LO RICEVERAI DIRETTAMENTE A CASA TUA!

PRE-ACQUISTALO SUBITO: CLICCA QUI.

(entro il 30/11/2016 seleziona l’opzione “Ritiro diretto presso la casa editrice”: appena pronto il libro ti verrà spedito gratuitamente all’indirizzo che indicherai)

 

21 suggerimenti: #2 Rispetta il percorso del paziente

psicoterapie brevi libroChi conosce l’opera di Milton H. Erickson sa come questo terapeuta abbia cambiato il modo di vedere la resistenza e il modo di utilizzarla in terapia, tanto che Hoyt lo cita diverse volte in Psicoterapie brevi.

Un aspetto essenziale, per Hoyt, è il fatto di non puntare i piedi di fronte a una resistenza, tentando strenuamente di abbatterla.

Erickson, a proposito, avrebbe detto che la resistenza ci dice, anzi, quali sono le modalità di collaborazione a disposizione della persona. Steve de Shazer, terapeuta breve padre dell’approccio solution-focused (approfondito da Hoyt) scrisse in proposito un interessante articolo dal titolo La morte della resistenza.

Bisogna perciò imparare a integrarla nella propria strategia terapeutica o, con altre parole, a utilizzarla, appunto.

Con una citazione di Ian Maclaren, Hoyt ricorda che:

“Chiunque incontrerai sta combattendo una dura battaglia”.

 

Flavio Cannistrà
Psicologo, Psicoterapeuta
Direttore della collana Brief Therapies

PRE-ACQUISTA ORA “PSICOTERAPIE BREVI”

AVRAI DIRITTO A UN PREZZO SCONTATO E APPENA USCITO LO RICEVERAI DIRETTAMENTE A CASA TUA!

PRE-ACQUISTALO SUBITO: CLICCA QUI.

(entro il 30/11/2016 seleziona l’opzione “Ritiro diretto presso la casa editrice”: appena pronto il libro ti verrà spedito gratuitamente all’indirizzo che indicherai)

 

21 suggerimenti: #1 Non sottovalutare le risorse del cliente

Psicoterapie Brevipsicoterapie brevi libro approfondisce sia i principi teorici che gli aspetti pratici delle terapie brevi.

Hoyt però sa bene che ci sarebbe molto da dire (la bibliografia comprende oltre 800 riferimenti scientifici, tra libri e articoli) e così usa una parte del libro per spargere anche alcuni suggerimenti pratici che non ha potuto approfondire, lasciando al professionista la possibilità di farlo.

Continua a leggere